Lavorazione lamiere / Processi di taglio lamiera

Oltre alla cesoiatura delle lamiere sono state introdotte in tempi relativamente recenti, altre lavorazioni di lamiere che prevedono tecniche di taglio di lamiere funzionanti con forme di energia nuove, come il taglio laser di lamiere. Lo sviluppo di questi nuovi metodi favorito dall’uso di materiali ceramici, sinterizzati, leghe speciali, materiali compositi e polimeri.
Le forme di energia pi? utilizzate sono quella termica con l’ossitaglio, quella elettrica con il plasma, il taglio laser e quella meccanica con l’utilizzo di getti d’acqua ad azione erosiva.
L’ossitaglio la tecnica di taglio della lamiera meno recente tra tutte quelle non tradizionali e sfrutta il calore di una fiamma prodotta da ossigeno e acetilene per mezzo di un cannello dotato di punta con ugello centrale dal quale esce ossigeno e di fori concentrici dai quali esce l’acetilene.
Il taglio lamiera al plasma, rappresenta una tipologia di taglio lamiera che utilizza il getto di gas, solitamente a base di idrogeno e azoto, che inviato in una torcia di struttura ionizzato grazie all’elevata temperatura prodotta da un arco elettrico o dall’azione di un induttore ad alta frequenza. Le principali caratteristiche di questo tipo di taglio della lamiera sono la versatilit?, che permette l’impiego su materiali diversi, la resistenza, che evita surriscaldamenti e deformazioni, velocit? e precisione. Il taglio al plasma gestito da un software tramite pc, montato a fianco del pantografo in supporto delle unit? di taglio.
Il taglio lamiera a getto d’acqua una particolare lavorazione della lamiera ottenuta proiettando sul materiale un sottile getto d’acqua o getto idrogenato con pressioni che raggiungono i 3000-4000 bar. Questa tecnica di taglio della lamiera molto diffusa grazie alla sua facilit? di programmazione, ai costi contenuti e alla possibilit? di tagliare tutti i materiali con spessori che vanno da pochi decimi di millimetro fino a 20 cm. Il taglio di lamiere ad acqua il pi? apprezzato anche grazie alla sua qualit? di non provocare alterazioni fisiche o meccaniche del pezzo consentendo di effettuare le lavorazioni delle lamiere anche in materiali di spessore non uniforme o materiali stratificati. L’idrogeno utilizzato al posto del getto d’acqua garantisce linee di taglio con poche sbavature e permette di tagliare anche materiali prevalentemente verniciati e/o rivisti con pellicola di protezione. All’acqua possibile aggiungere eventuali sostanze abrasive in grado di esercitare una maggior pressione erosiva, cos da garantire un taglio della lamiera perfetto anche per materiali pi? duri e pi? spessi con maggior velocit?.

Lavorazioni Lamiere offre ai propri
clienti un elevato standard qualitativi
in ogni fase del processo.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Nominativo*
Azienda
Telefono
Città*
E-mail*
Provincia*
Messaggio*