Lavorazione lamiere / Cesoiatura lamiere

Cesoiatura lamiere

Il taglio della lamiera è la prima operazione della fase di progettazione lamiera la cui tecnica tradizionale è chiamata “cesoiatura di lamiere”. Alla cesoiatura lamiere si sono affiancate altre tecniche più recenti e innovative di lavorazione delle lamiere, quali il taglio al plasma, ossitaglio, taglio laser lamiere e taglio a getto d’acqua. L’operazione di cesoiatura è eseguita da macchinari chiamati cesoie, tra quelle più utilizzate ci sono quelle a ghigliottina e a lame circolari. In entrambe le tipologie di cesoia, la separazione delle parti è prodotta dall’azione meccanica di due lame il cui sforzo supera la resistenza a rottura del materiale.
La cesoia a lame circolari è costituita da due alberi rotanti paralleli sui quali sono montate le lame circolari o dischi. Durante il processo di lavorazione lamiere, la lamiera è trascinata dai dischi tra i due alberi e tagliata. Il taglio della lamiera avviene per effetto forbice, perché non avviene contemporaneamente lungo l’intera linea di taglio, ma impegna la lamiera in maniera progressiva come fanno le forbici. La cesoia a ghigliottina è la più comune ed è composta di due lame, una fissa sotto il foglio di lamiera e l’altra superiore, mossa da una serie di pistoni oleodinamici alimentati da una centralina idraulica. Ogni macchina è dotata di un dispositivo, definito premi-lamiera che consente il bloccaggio del materiale durante il taglio. Le cesoie a ghigliottina possono avere caratteristiche diverse, con lunghezza delle lame fino a 6 m e capacità di taglio fino a spessori della lamiera di 20-30 mm.

Lavorazioni Lamiere offre ai propri
clienti un elevato standard qualitativi
in ogni fase del processo.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Nominativo*
Azienda
Telefono
Città*
E-mail*
Provincia*
Messaggio*